You are here: Home » Legge sul Femminicidio, i punti più importanti

Legge sul Femminicidio, i punti più importanti

legge-donne“La donna non si tocca neanche con un fiore”. E’ questo uno dei detti più famosi relativamente al gentil sesso, che vuole intendere che la donna va protetta e non picchiata. La realtà è, purtroppo, a volte diversa e anche in Italia si sono registrati un numero di casi sempre maggiore relativamente alla violenza sulle donne, tanto che hanno portato il governo ad emanare una legge che mira a prevenire la violenza in genere e a punire con mano pesante i colpevoli, cercando al tempo stesso di creare un ambiente sano e armonioso in cui vivere familiarmente.

La legge sul femminicidio, questo il nome, è stata approvata nel 2013 con 143 voti a favore dal Senato. Secondo Dario Franceschini si tratta di una buona legge fatta per far fronte ad un fenomeno intollerabile.

Ma cosa prevede questa legge? In che maniera può aiutare a combattere la violenza?

Pene più severe. Se la violenza è compiuta alla presenza di un minore, se la donna è in stato interessante o se la violenza viene commessa dal coniuge (anche se separato) o dal compagno, la pena è aumentata di 1/3.

Arresto in flagranza di reato. Per tutti i reati di maltrattamento familiare e di stalking c’è l’arresto in flagranza di reato. Se le forze dell’ordine vedono qualcuno compiere tali atti dovranno immediatamente predisporne il fermo.

Allontanamento da casa. Se c’è un concreto rischio per la donna, le forze dell’ordine possono decidere di allontanare il coniuge violento da casa, impedendogli inoltre di avvicinarsi in futuro. Per un maggior controllo è previsto l’uso di un braccialetto elettronico.

Querela non revocabile. Se una donna sporge querela per maltrattamenti, la stessa non sarà revocabile. La vittima, dunque, non potrà essere più minacciata di ulteriore violenza nel caso in cui non dovesse ritirare la querela.

Avvocato gratuito. Per tutte le persone vittime di maltrattamento o di stalking, la legge prevede un legale gratuito qualora non sia possibile permettersi un avvocato.

Vittime costantemente informate sull’iter giudiziario. Tutte le vittime di maltrattamenti e di stalking saranno informate in maniera rapida dell’andamento del processo.

Si tratta effettivamente di una buona legge, che mira a proteggere le donne e a dare una maggior tranquillità in futuro, un ottimo passo in avanti verso una società migliore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *