You are here: Home » Cucina » Cucinare assieme per trovare l’armonia

Cucinare assieme per trovare l’armonia

cucinareVivere bene con la persona che si ama è bellissimo, essere complici in qualunque cosa si faccia fa bene alle due persone, permette loro di trovare un affiatamento e una forza che non sarebbe possibile trovare altrimenti.

E’ bello condividere, con la persona amata, la propria vita, le proprie giornate, i propri interessi. Ed è bello che l’altra persona faccia lo stesso.

Uno dei “territori” di casa dove tutto questo si può realizzare, è la cucina. Sono andati i tempi in cui in cucina ci stava solo la donna, con l’uomo sulla poltrona, dopo il lavoro, ad attendere la cena. Oggi è anche l’uomo che cucina per la sua donna, che le prepara manicaretti e leccornie, primi piatti, secondi, dolci… ma oggi è anche il tempo in cui uomo e donna si dividono le cose da fare tra i fornelli, in cui cucinano insieme e si divertono facendolo.

Quali sono i passi da seguire per realizzare tutto questo? Per prima cosa, occorre affiatamento, c’è bisogno di complicità tra le due parti. Quando entrambe lo vogliono, e solo allora, ci si può spostare in cucina.

Può essere una cosa che nasce da sé oppure il desiderio di una delle due parti, che ne parla all’altra. Non ha importanza, la cosa fondamentale è che entrambe le persone vogliano cucinare insieme.

E’ arrivato dunque il momento di spostarsi in cucina. A questo punto sorge il dilemma della ricetta: quale scegliere? Se nessuno dei due è esperto tra i fornelli, il consiglio è quello di iniziare con delle ricette semplici, come quelle proposte da ricettesemplici.net .

Se già una delle due persone è più pratica, può “trascinare” l’altra dentro i segreti culinari ed in questo caso è possibile scegliere dei piatti un po’ più fantasiosi, come quelli che possiamo trovare sul sito Paneangeli o su Giallo Zafferano.

Alla fine, non conta tanto la ricetta in sé, quanto il farla insieme, il vivere in complicità anche il momento della cucina.

Dopo aver “impastrocchiato” tra i fornelli, bisogna semplicemente impiattare ed assaggiare. Non ci resta che augurarvi buon appetito, con la vostra nuova creazione culinaria!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *